Corso di latino all'Archivio di Stato di Milano

Nel momento in cui ho accettato l'incarico di svolgere questo corso, ricordo di avere, con un po' di guasconeria, indicato in cento il limite degli iscritti. Ho intravisto qualche sorriso scettico intorno a me e mi è venuto il dubbio di avere esagerato. Poi, nella settimana di chiusura delle iscrizioni mi è stato comunicato che gli iscritti erano più di settanta. Devo dire che sono stato molto contento di constatare che si mantiene un vivo interesse per una materia che anche la scuola cerca di confinare tra le materie secondarie se non addirittura a eliminarla dal curriculum scolastico. Questa tendenza culturalmente pericolosa non fa che cedere alle facili obiezioni che sono capaci tutti di porre sull'utilità del latino. Non penso di poter dare una risposta originale a questa accusa di inutilità; mi limito a constatare che la perdita delle competenze di lingua italiana recentemente lamentata dai docenti universitari non può essere casuale. Si studiano poco e si svalutano la nostra lingua madre e la nostra lingua "nonna", proprio quella che racconta in ogni vocabolo una parte della nostra storia.

Benvenuti agli iscritti al corso; regolarmente metterò a disposizione su questo sito i materiali linguistici dei singoli incontri e... complimenti a tutti per la scelta, un ottimo modo di trascorrere il sabato mattina in una sede bellissima; l'ampia scelta di attività culturali lascia solo l'imbarazzo della scelta. Basta un clic sul sito dell'Archivio di Stato.

http://www.archiviodistatomilano.beniculturali.it/ 

Notizie

Il dono di Catullo per i Saturnalia (Natale)

Ni te plus oculis meis amarem, 

iucundissime Calve, munere isto

odissem te odio Vatiniano:

Siamo nel periodo dei Saturnalia, una festa che assomigliava un po’ al carnevale (per gli scherzi) e un po’ al Natale (per i regali). Nel carme XIV Catullo racconta di aver ricevuto dall’amico poeta Calvo un’antologia di poetastri, uno scherzo maligno fatto a un raffinato esponente dei poetae novi quale Catullo era. Un affronto di tale portata meritava una vendetta immediata: il giorno successivo Catullo avrebbe fatto pagare cara all’amico l’offesa ricevuta: avrebbe contraccambiato Calvo regalandogli le opere dei peggiori poeti del tempo.

Poesiola leggera, scherzosa, che ha il merito di aprire una finestra sul raffinato mondo dei Poeti Nuovi e che testimonia la vivacità del mercato librario del tempo. Ci sono gli scaffali (scrinia) dei librai (librariorum) dove è possibile acquistare libri in quantità. Al tempo di Catullo i libri si presentavano come astucci cilindrici contenenti un rotolo cartaceo (volumen) avvolto intorno a un bastoncino di legno che terminava con un capo colorato (umbilicus).

Auguri a tutti e, per chi vuole proseguire la lettura, il testo integrale, la traduzione, qualche noterella e… una sorpresa multimediale

XIV Ad Calvum poetam

Leggi tutto: Il dono di Catullo per i Saturnalia (Natale)

Notizie

Autunno 2016 ripresa dell'attività culturale

L'anno vero forse è quello della scuola: comincia a settembre e termina a giugno - luglio. In estate abbiamo altre cose a cui pensare. Solo in autunno le attività culturali riprendono davvero: nelle città fioriscono iniziative promosse da persone, istituzioni, circoli e scuole. Per cominciare ecco le mie prime segnalazioni.

  1. È iniziato a Milano nell'Aula Magna dell'Università del Cardinale Colombo, in piazza San Marco 2, il ciclo di lezioni su LIBERI E SCHIAVI DALL'ANTICHITÀ AL RINASCIMENTO. Mi sento di segnalare come particolarmente interessanti per il mondo antico le lezioni dei prossimi martedì 11, 18 e 25 ottobre. Inizio ore 18.30 - il programma si trova qui
  2. Nella pagina Facebook della Sodalitas Latina Mediolanensis si trova l'annuncio della ripresa imminente delle attività. Gli incontri sono per tutti gli appassionati della lingua latina curiosi di sentire come si può usare anche oggi per la comunicazione. Ecco l'annuncio: Sodalibus nuntio mox nostros coetus inauguratum iri Bibliothecae Ambrosianae sede, uti solemus. Quando rogatin? Ineunte autumno, quo anni tempore uvae colliguntur, ipso solstitii die, hoc est mensis Octobris XXI. Sed de hoc quam primum plura

A presto altre notizie.

Notizie

Altri articoli...

Pagina 1 di 9

Notizie in breve

Una ricca offerta di saggi su TLS 2016

Segnalo alcuni articoli interessanti contenuti nei più recenti numeri del supplemento letterario TLS (The Times Literary Supplement www.the-tls.co.uk), che ha sempre uno spazio dedicato alla cultura classica.

  • 2 settembre 2016: Simon Goldhill dedica ad Aristofane ...
Leggi tutto...

Tinniat tinniat tintinnabulum

Con questo ritornello il professor Keith Massey traduce in latino la canzone natalizia Jingle bells. Interessante e originale la pagina http://www.keithmassey.com/latinsongs.html dedicata alle traduzioni di canzoni famose.
Il sito merita una visita, non solo in periodo natalizio.

 

 

 

Due parole su Vittorio Sermonti

Alla commemorazione di questo grande studioso vorrei solo aggiungere due parole sull'importanza che ha saputo dare al suono delle parole. Grazie a Sermonti si è capito che non basta essere attori per leggere bene un poeta come non basta essere degli studiosi per trasmettere l'amore per la poesia. La tecnologia moderna può servire per compiere questo miracolo: restituire voce e vita a un testo che non è nato per essere letto mentalmente su un foglio di carta stampata, ma per essere letto ad alta voce, per giungere, attraverso le orecchie, al cuore. Grazie Vittorio http://www.vittoriosermonti.it/  

Chi è online

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online