Articoli

Seconda lettura multimediale e prima che si può onorare del patrocinio del Comune di Milano.

Faremo un salto indietro negli anni immediatamente successivi all'Unità d'Italia, quando, a partire dal 1861, a Milano nacque e si sviluppò un movimento di artisti anticonformisti, con atteggiamenti di ribellione, desiderosi di creare in Italia tendenze di provenienza francese, una sorta di bohème popolata di poeti maledetti. Il periodo fu breve ma interessante, più fruttuoso nel campo della pittura (Tranquillo Cremona) che della poesia. La produzione poetica offre alcuni spunti originali di riflessione sulla cultura delle origini dell'Unità d'Italia, che tra poco chiuderà le celebrazioni del 150° anno.

La figura più interessante fu quella di Arrigo Boito, con la sua genialità creativa nel campo del melodramma, interessante anche per la sua burrascosa collaborazione con il Maestro Verdi.

Altre figure minori sono altrettanto interessanti e degne di nota; l'appuntamento è per martedì 28 febbraio 2012 ore 21 nella sala multimediale della Cooperativa Ecopolis, in via Sapri 79, con colonna sonora a cura del Maestro Tommaso Vivaldi, della Scuola di Musica MC. Ingresso libero fino ad esaurimento posti e piccola lotteria finale.

locandina scapigliatura

Categoria: Notizie