Mediolani

Da qualche anno è in fase di sperimentazione in alcune scuole, come accade per le lingue moderne “vive”, la Certificazione linguistica per il latino (CLL). L’ente certificatore è anche il promotore dell’iniziativa: La Consulta Universitaria di Studi Latini, CUSL, con sito di riferimento http://www.cusl.eu/wordpress/

L’iniziativa sembra molto interessante non solo perché restituisce al latino dignità pari a quella delle altre lingue in uso, ma anche perché aiuta i docenti a determinare le competenze che si devono raggiungere ai diversi livelli di studio. Gli uffici regionali che sono particolarmente attivi sono quelli della Liguria, della Lombardia e della Sicilia, ma la promozione avviene su tutto il territorio nazionale.

Non è facile trovare notizie aggiornate e coordinate nella rete; si trovano però le note riguardanti la CLL nel sito dell’USR Liguria a questa pagina e sarebbe utile poter disporre di altri materiali riguardanti i criteri di rilascio delle certificazioni e le prove che sono state utilizzate.

Per fare il punto su questo argomento mercoledì 20 gennaio 2016, alle ore 14.30, presso l’aula 111 (piano terra) dell’Università degli Studi di MilanoVia Festa del Perdono 7, 20122 Milano, si terrà un incontro / dibattito sulla Certificazione delle Competenze Linguistiche in Latino. http://users.unimi.it/latinoamilano/

 

Categoria: Notizie

Articolo di Massimo Acciai Baggiani

Ricevo con piacere e metto a disposizione un interessante articolo del dottor Massimo Acciai, scrittore fiorentino appassionato di lingue ( www.segretidipulcinella.it ). L’autore allarga la sua indagine al campo delle lingue artificiali, che saranno oggetto di una monografia di prossima pubblicazione. Tre interessanti pagine, tutte da leggere, corredate di bibliografia e note esplicative.

Ecco il link per scaricare l'articolo

Categoria: Notizie

Un motto che viene da lontano

Nello stemma della città di Parigi, l’antica Lutetia, compare una nave sormontata dal motto latino che è simbolo di una città e di una civiltà che non si arrendono. Con queste due righe di approfondimento intendo onorare le vittime: la nostra civiltà fatta di vita, studio, conoscenza e libertà ci spinge a continuare nelle nostre normali attività.

Il battello dello stemma di Parigi, che “ondeggia ma non affonda”…

Leggi tutto: Fluctuat nec mergitur

Categoria: Notizie


Anche nell’ultimo libro di Vitali (in collaborazione con Picozzi) il latino occupa un piccolo spazio che offre interessanti spunti di riflessione.

Nel cap. 2 (pag. 11) una delle protagoniste, la giovane medium Birce, torna a casa dopo una delle sue inspiegabili passeggiate solitarie, accompagnata dalla Perseghèta, una compaesana.

La Perseghèta, uno dei tanti fantasiosi nomi che solo la fantasia di Vitali sa inventare, racconta che Birce “alle sue domande aveva risposto in una lingua che sembrava quella del prete in chiesa”. Latino. Il latino viene sentito dai parrocchiani come una lingua da collegare alla chiesa, alta, inarrivabile e misteriosa, che suscita soggezione.

Nel cap. 21 (pag. 52) il rettore del santuario...

Leggi tutto: Il latino di Vitali

Categoria: Notizie


Come spesso succede nei libri di Dan Brown, anche nel romanzo Crypto (titolo originale Digital Fortress, 1998, pubblicato in italiano nel 2006 da Mondadori) la cultura classica e la lingua latina hanno un loro piccolo spazio, che ora andiamo a esplorare.

  • Susan, crittologa, la protagonista femminile, spiega che “Cesare era stato il primo nella storia a scrivere in codice”. L’affermazione non è esatta, poiché sappiamo che nel mondo classico, gli Spartani...

    Leggi tutto: Il mondo latino di Crypto

    Categoria: Notizie

News Letter