Mediolani

Queste parole conservano più il suono che il significato originario e dimostrano quanto sia vitale il legame tra l’antica civiltà greca e la nostra. È organizzato in temi e capitoli: sembra di partecipare a delle conversazioni nelle quali il relatore ci intrattiene piacevolmente spaziando tra autori di tutti i tempi, per dimostrare come le parole greche siano state modificate, si siano combinate con altre parole, abbiano modificato il loro suono e il loro significato, ma sostanzialmente hanno conservato un legame culturale profondo, che vive ancora oggi.

Per struttura ricorda un valido libro di Pietro Janni (Il nostro greco quotidiano), è altrettanto piacevole, va gustato capitolo per capitolo, perché "... se anche le parole sono, o possono sembrare, le stesse, i significati sono cambiati". E la civiltà di quelle parole vive ancora nei nostri discorsi quotidiani.