Mediolani

Notizie in breve

Brevia Latina, Graeca et Italica

A cosa servono il greco e il latino? Interessante contributo del cardinal Ravasi in questo articolo del Corriere della Sera del 24/11/2015.

Categoria: Notizie in breve

Segnalo, a chi non fosse abbonato, il bellissimo ultimo numero del periodico “La Crusca per voi” dedicato interamente al tema “Il latino, l’italiano, l’inglese”. Mi permetto di consigliare l'acquisto e l'abbonamento a questo periodico interessantissimo per i cultori della lingua.

http://www.accademiadellacrusca.it/

Categoria: Notizie in breve

All'ultimo Salone del libro di Torino è stato presentato il libro Commentarii de Inepto Puero, versione latina del Diario di una schiappa di Jeff Kinney. L'autore, il Monsignor Daniel B. Gallagher, illustre latinista americano, ha voluto dare a questo libro una veste trasnazionale. Per avere un'idea del libro si può leggere questo articolo, per avere un'idea di alcuni problemi affrontati per rendere alcune parole della lingua contemporanea si può fare riferimento all'articolo del 15 maggio 2015 della Repubblica.

Leggi tutto: Commentarii de Inepto Puero

Categoria: Notizie in breve

Maledizione a chi ruba i libri!

Ogni tanto il latino fa capolino tra i ricordi e le usanze del tempo passato. In una lettera al Corriere del 15 aprile...

Leggi tutto: Qui furabit librum istum

Categoria: Notizie in breve

Fra le tante parole latine che ci passano davanti agli occhi, una mi è sfuggita fino a pochi giorni fa. Il marchio automobilistico AUDI è l'imperativo presente (seconda persona) del verbo audio. Lo racconta Francesco Festuccia nel supplemento AUTO di Repubblica, 3 marzo 2015. Il signor Horch, fondatore dell'omonima casa automobilistica nata nel 1899, estromesso dall'azienda che portava il suo nome, ne fondò una nuova. Non potendo usare il proprio cognome, adottò una sua versione latina suggerita dal figlio. La forma desueta horch, imperativo di hören (ascolta!), diventò audi, un imperativo latino che circola sulle strade di tutto il mondo.

Categoria: Notizie in breve

Forse la scienza ha trovato un metodo per leggere i papiri di Ercolano senza ridurli in polvere. Fino ad oggi i metodi usati hanno portato a recuperi minimi dei testi carbonizzati trovati nella Biblioteca della Villa dei Papiri. Sarebbe molto bello poter pensare che potremo leggere gli ultimi papiri rimasti. In attesa di risultati concreti si può consultare il sito di nature.com che riporta la notizia in questo articolo, corredato di immagini, e una sintesi del lavoro. La notizia si trova anche in questo articolo del Corriere della Sera.

Categoria: Notizie in breve

News Letter