Mediolani

Notizie

Qualche anno fa, tra i libri della Braidense ho trovato un opuscoletto che conteneva la versione latina dell’ode manzoniana Il 5 maggio. Con pazienza certosina l’ho trascritta e pubblicata in questo sito a questa pagina.
Proprio tornando a rileggere questo testo mi sono reso conto di quanto sono stato avaro di informazioni, quindi cerco di correggere questo errore aggiungendo queste note storiche.

Leggi tutto: Il Cinque Maggio di Alessandro Manzoni in latino

Categoria: Notizie

Il primo pensiero che viene in mente quando si pensa a un archivio è di una montagna di carte polverose accatastate in uno stanzone dove si reca ogni tanto qualche occhialuto studioso di dettagli secondari da ricercare per un libro che nessuno leggerà.

Poi si scopre l’Archivio di Stato di Milano e si cambia idea.

Qui i documenti archiviati possono prendere vita, le carte possono uscire dai raccoglitori per diventare documenti di vita e testimoni della Storia, soprattutto di Milano. Ogni mese un documento viene raccontato, spiegato e inquadrato nella grande Storia: i manoscritti, le lettere e le stampe ci raccontano momenti di vita passata e recente, prendono la parola, si palesano ai nostri occhi ricordandoci chi eravamo e chi siamo.

In questa settimana poi l’Archivio diventa protagonista assoluto; due sono gli appuntamenti che mi sento di consigliare vivamente:

  1. Sabato 7 aprile 2018, alle 11.15, ci sarà la presentazione del “Documento del mese” dal titolo "dette armi si trovavano nella vettura per una coincidenza fortuita" - Un processo della Pretura a Mussolini per duello (1915) nella grande sala conferenze al piano terreno della sede di via Senato 10.
  2. Nella stessa giornata, in prima serata su Rai 3, Alberto Angela dedicherà un’intera puntata di Ulisse, il piacere della scoperta ai personaggi e ai luoghi narrati da Alessandro Manzoni nei Promessi sposi: ci porterà al tempo della dominazione spagnola negli anni della peste e della carestia. Protagonisti saranno i documenti originali conservati nell’Archivio di Stato di Milano.

E quando avrete voglia di vedere un bel palazzo milanese fate un salto in via Senato al 10: i volontari del TCI sono pronti a guidarvi nella visita. 
Archivio di Stato di Milano Superstar oggi per una serata e sempre a disposizione per i Milanesi.

http://www.archiviodistatomilano.beniculturali.it/# 

Categoria: Notizie

Dopo Carducci ecco una serata dedicata a Giovanni Pascoli, con cui spostiamo l’attenzione di questo ciclo di letture sul Novecento. Allievo prediletto di Carducci, Pascoli segue solo in parte le strade percorse dal maestro. Ha la stessa formazione rigorosamente classica, ma nel comporre le sue poesie rifiuta la tradizione aulica con le sue complesse architetture. Sceglie la strada della semplicità, delle cose umili che ci circondano come le Myricae (tamerici) che non aspirano ad altezze vertiginose. L’umiltà ha come strumento il cuore ingenuo e sensibile dei bambini, che vedono ciò che agli adulti sfugge. Il linguaggio si fa semplice nella forma, ma si arricchisce nel frattempo di colori, suoni e suggestioni, dando una svolta alla poesia italiana.

Appuntamento Martedì 20 marzo 2018, ore 21 presso la sala polivalente della cooperativa Delta Ecopolis, via Sapri 79. Il commento musicale sarà curato dai Maestri Valentina Valente e Gabriele Sardo.

 

Categoria: Notizie

ABRACADABRA (gr. ἀβρακαδάβρα) è una parola magica, dall’etimo incerto, che per gli antichi aveva il potere addirittura di guarire gli uomini da malattie misteriose. Quinto Sereno Sammonico (III secolo d.C.) nel suo poema in esametri conosciuto come Liber medicinalis, spiega come utilizzarla per realizzare un talismano in grado di combattere la febbre semiterzana, nel capitolo Hemitritaeo Depellendo.

Leggi tutto: Abracadabra

Categoria: Notizie

 La prima lettura del ciclo di quest’anno è dedicata a Giosuè Carducci, il primo italiano a ottenere il premio Nobel per la letteratura. Fu un’autorità nel mondo della cultura ai suoi tempi: si occupò di letteratura, di critica letteraria, fu raffinato poeta e grande prosatore. Coltivò anche gli studi di letteratura straniera, francese, inglese e in particolare tedesca, fu traduttore e filologo. Partecipò con passione alla vita politica italiana con l’irruenza del suo carattere fiero, esprimendo con piglio deciso il proprio punto di vista originale su persone e avvenimenti. Ai nostri giorni non gode più di grande popolarità, come talvolta accade a chi in vita ebbe così grande fama.

La serata vuole ricordare la personalità interessante dell'uomo e del poeta, attraverso la lettura di alcune pagine più o meno conosciute. La musica dal vivo del duo chitarristico Valentina Valente e Gabriele Sardo accompagnerà i momenti chiave della serata, tra cui una galleria di immagini di pittori dell’Ottocento, custoditi nel Museo Civico Giovanni Fattori ospitato nella Villa Mimbelli di Livorno.

La serata è a ingresso libero. Appuntamento alle ore 21 in Via Sapri 79 a Milano, presso la sala polivalente della cooperativa Delta Ecopolis.

 

 

 

Categoria: Notizie