La scienza ci ha dato molte informazioni sul cibo dei Romani, non soltanto con l’archeologia, ma, soprattutto recentemente con le analisi effettuate da laboratori specializzati. L’arte figurativa ci ha lasciato numerose raffigurazioni nei mosaici, nelle pitture, negli oggetti e nelle sculture, dalle quali ricaviamo il senso della varietà e dell’abbondanza di cibo in epoca romana.

Il cibo aveva un suo valore culturale che si può ricavare dalla lettura delle opere latine; scopo dell’incontro sarà arrivare all’individuazione di questi aspetti e vederne la continuità o la discontinuità con quelli della società contemporanea.

A Ferrera Erbognone - Biblioteca comunale - giovedì 23 giugno ore 21.

 

 

 

 

 

 

 

 

Categoria: Letture 2016