Bibliotheca Augustana

Bibliotheca Augustana

Sito dell’Università di Augusta (Augsburg, l’antica Augusta Vindelicorum) straordinariamente ricco non solo di testi latini e greci, ma anche di testi letterari delle principali letterature europee, italiana compresa. Il sito nel tempo si è arricchito e continua ad arricchirsi di nuovi testi. Apprezzabili anche la veste grafica e il corredo iconografico di questo sito, che è da ritenersi attendibile per il prestigio dell’istituzione e per l’impegno costante nel tempo.
Ogni sezione della biblioteca presenta l’index alphabeticus e l’index chronologicus nei quali si può apprezzare l’uso della lingua latina, considerata come universale. Le introduzioni degli autori latini e greci sono rispettivamente in latino e in greco antico. Sono disponibili numerose opere di autori antichi e moderni. C’è, perfino, “la tesina” di Karl Marx: An principatus Augusti merito inter feliciores reipublicae Romanae aetates numeretur.

Pulcherrima mihi videtur haec pagina “Ad lectorem

Categoria: Testi latini e greci in rete

Notizie in breve

Maturità 2017 - Una nota da correggere

Dopo le famigerate "traccie", che non sono sfuggite al popolo della rete, mi permetto di far notare un dettaglio che riguarda la prima traccia, a mio parere ottima come scelta e ben redatta. La nota 3 non spiega correttamente il testo di Caproni. Il verbo fulminare, riferito a un pesce e a un fiume, allude alla pesca di frodo realizzata con una scossa elettrica, una pratica che può forse rendere (per profitto vile), ma è un reato ed è anche pericolosa. Una nota meno generica avrebbe dato ai maturandi un elemento in più di riflessione.

Archeologia ad Amheida

Lavorare oggi in un ambiente ostile all’archeologia è ancora possibile, anche se pericoloso. Ne parla Alan Bowman su TLS di marzo nella recensione del libro di Roger Bagnall et al. “An oasis city” – NYUP. Il libro parla di pitture risalenti al IV sec. d.C. scoperte nella casa di Serenos a Trimithis, nell’oasi di Dakhla, nel profondo Egitto, a 300 km. da Luxor. Sul sito archeologico si può leggere qui un articolo corredato da immagini.

Chi è online

Abbiamo 5 visitatori e nessun utente online